Se ti sei chiesto quali siano le migliori crypto eco friendly, in questa guida puoi approfondire l’argomento sia da un punto di vista accademico che finanziario.

Negli ultimi anni, il tema dell’ecosostenibilità è sempre più centrale e se ne discute anche per quel che riguarda l’impatto ambientale creato dai protocolli crypto, soprattutto dopo le forti critiche per l’elevato consumo energetico di attività come il mining di Bitcoin. Vedremo di seguito quali sono le criptovalute più green sul mercato.

Le 8 criptovalute più eco friendly da comprare nel 2022

Nella classifica delle migliori crypto eco friendly che abbiamo analizzato in questa guida, puoi trovare alcuni dei protocolli decentralizzati più attenti alla sfida ecologica. 

  1. Tamadoge (TAMA) Nuovo Progetto Binance Smart Chain green
  2. Battle Infinity (IBAT) Nuovo progetto della chain di Ethereum
  3. Hedera Hashgraph (HBAR) – La criptovaluta più ecologica della ricerca UCL
  4. Algorand (ALGO) – In collaborazione con ClimateTrade
  5. Tezos (XTZ) – Pioniere delle blockchain Proof of Stake
  6. Polkadot (DOT) – Criptovaluta con la più bassa impronta di carbonio
  7. Cardano (ADA) – Ha collaborato con Veritree nella campagna di riforestazione
  8. Near Protocol (NEAR) – Etichetta di prodotto climaticamente neutrale premiata da South Pole

Focus: le migliori crypto eco friendly del 2022

Di seguito trovi un’analisi completa delle crypto che hanno dimostrato di essere tra le più ecocompatibili del mercato. La classifica inizia con progetti emergenti che stanno attirando l’attenzione degli investitori sia per il potenziale di crescita sul mercato, sia per la loro predisposizione a essere tra i migliori progetti crypto eco friendly su cui investire oggi.

Segui gli approfondimenti riportati di seguito per scoprire quali sono i progetti più sensibili all’ambiente che potrebbero crescere in maniera significativa nel prossimo futuro.

1. Tamadoge (TAMA) – Cripto Meme Coin con la più alta volatilità

Tamadoge è un nuovo token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum, attualmente nelle fasi di lancio dopo aver superato brillantemente la prevendita Beta. Per i prossimi mesi è prevista la fusione di Ethereum, quando ETH passerà da un meccanismo PoW (proof of work) come Bitcoin a uno PoS (proof of stake), un importante aggiornamento che renderà Ethereum 2.0 una criptovaluta significativamente più ecologica.

Ciò renderebbe Tamadoge (TAMA) uno dei più recenti progetti crittografici da eseguire sulla catena di Ethereum dopo aver ridotto  la sua impronta di carbonio nell’ambiente. Dal punto di vista degli investimenti, le fasi iniziali di lancio di un nuovo token eco friendly sono spesso un ottimo momento di acquisto in quanto hanno un prezzo basso e il potenziale più alto.

Una delle crypto più eco friendly: Tamadoge

Esistono molte criptovalute rispettose dell’ambiente che non sono necessariamente un buon investimento, ad esempio IOTA (MIOTA) o Nano crypto eco friendly (XNO), che hanno entrambi un grafico dei prezzi ribassista da anni. Tamadoge è il token nativo di un gioco di animali domestici virtuali in cui i giocatori si prendono cura e allevano un Doge virtuale con attributi e punti di forza unici, e combattono con altri Doge in un gioco per guadagnare, vincendo premi in token TAMA.

Alcuni studi hanno scoperto che la proprietà di animali domestici è dannosa per l’ambiente, in particolare cani e gatti, e questo gioco – che combina la mania dei giocattoli Tamagotchi con le criptovalute – sposta le cose nel metaverso.

Tamadoge può essere acquistato non appena sarà quotato sul popolare scambio decentralizzato Uniswap, oltre ad avere una quotazione CEX confermata su LBank.

Il tuo capitale è a rischio.

Battle Infinity (IBAT) – Nuovo progetto Binance Smart Chain

Un’altra prevendita di criptovalute come Tamadoge che abbiamo recensito e consigliato e che ora è esaurita in pochissime settimane è quella relativa alla crypto eco friendly Battle Infinity (IBAT).

IBAT è un token BEP-20, il che significa che funziona sulla Binance Smart Chain, che è una rete PoSA (Proof of Staked Authority). Il protocollo di validazione del consenso PoSA è più ecologico, consumando meno dell’1% dei Tera-watt all’ora all’anno (TWh/anno) rispetto al Bitcoin.

Inoltre, Binance è anche impegnata nella conservazione e protezione dell’ambiente. I suoi criteri ambientali, sociali e di governance (ESG), nonché le fee del gas più basse sono il motivo per cui molti token come Battle Infinity scelgono di costruire le proprie applicazioni sulla blockchain di Binance.

Ancora una volta, in termini di analisi tecnica, IBAT sembra anche un buon investimento grazie al grafico dei prezzi rialzista, anche se è stato lanciato da poche settimane. IBAT è quotato su PancakeSwap, uno scambio decentralizzato, ed è prevista  una prossima quotazione CEX su LBank.

Battle Infinity: una delle crypto più eco friendly

Simile a Tamadoge, Battle Infinity è un nuovo crpto game progettato per far parte del metaverso, in questo caso con un tema sport fantasy in cui i giocatori guadagnano IBAT come token premio.

L’IDO di Battle Infinity è stato promosso dall’attrice Urvashi Rautela, una nota attivista ambientale in India, impegnandosi a piantare 100 alberi ogni anno per il suo compleanno. È anche una sostenitrice di Whale and Dolphin Conservation (WDC), un ente di beneficenza globale, ed è spesso coinvolta in altri progetti come la Giornata mondiale dell’ambiente.

Il tuo capitale è a rischio.

3. Hedera Hashgraph (HBAR) – La crypto più ecologica della ricerca UCL

Secondo l’UCL Center for Blockchain Technologies, Hedera Hashgraph è la “crypto più verde” tra le monete proof of stake con 0,020 Watt/ora per transazione (Wh/tx).

A differenza di altre criptovalute, anche eco-friendly, Hedera non è costruita su una blockchain convenzionale: fa uso di una tecnologia di contabilità distribuita (DLT) chiamata Hashgraph. Questa nuova tecnologia migliora le criptovalute basate su blockchain in aree come scalabilità, velocità, efficienza e costi di transazione.

Hedera a carbon negative: la crypto più ecp friendly

In un post sul blog dell’azienda è stato dichiarato:

“Hedera ha adottato la sostenibilità ambientale come valore fondamentale ed è ufficialmente impegnata in operazioni di rete carbon-negative acquistando compensazioni di carbonio trimestralmente, con importi determinati dal fornitore di valutazione di terze parti Terrapass”.

Per diventare “carbon negative” Hedera acquista spesso crediti certificati “green-e climate” misurati in tonnellate rispetto ad una quantità che compensa tutte le operazioni di rete.

Oltre ad essere la rete crittografica più ecologica, è una crypto sottovalutata: il suo token nativo HBAR è attualmente valutato l’87% in meno rispetto al suo massimo storico, quindi potrebbe essere una buona opportunità di acquisto.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

4. Algorand (ALGO) – In collaborazione con ClimateTrade

Nel 2021 Algorand ha collaborato con ClimateTrade, ente che aiuta le aziende a diventare carbon neutral o carbon negative attraverso servizi di compensazione delle emissioni, utilizzando la tecnologia blockchain: finora hanno aiutato oltre 500 aziende a compensare oltre tre milioni di tonnellate di carbonio.

Algorand ha utilizzato un “oracolo della sostenibilità” per autenticare la propria impronta di carbonio sulla blockchain per ogni epoca (un periodo di tempo specifico sulla blockchain). Quindi, per mantenere il suo protocollo in esecuzione carbon-negative, la Algorand Foundation si è impegnata a bloccare una pari quantità di credito di carbonio come ASA (Algorand Standard Asset) in una tesoreria verde.

Algorand ClimateTrade: crypto creata per essere rispettosa dell'ambiente

A seguito di tale partnership, Algorand ha annunciato di essere completamente carbon neutral. La Algorand Foundation è un’organizzazione no-profit impegnata nell’energia pulita, affrontando i cambiamenti climatici ed essendo la blockchain più verde.

In risposta alle preoccupazioni di Elon Musk sull’effetto ambientale di Bitcoin, il fondatore di Algorand Silvio Micali ha twittato:

“Algorand è stato progettato per essere rispettoso dell’ambiente” 

Musk ha deciso nel 2021 di sospendere l’uso di Bitcoin per l’acquisto di veicoli Tesla a causa del “crescente uso di combustibili fossili” per l’estrazione di Bitcoin , incluso il carbone che ha “le peggiori emissioni rispetto a qualsiasi altro combustibile”.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

5. Tezos (XTZ) – Pioniere delle blockchain Proof of Stake

Tezos è stata una delle prime blockchain proof of stake, lanciata nel 2018 e il suo punto di forza principale è essere una rete di criptovaluta rispettosa dell’ambiente che è autoaggiornabile senza la necessità di hard fork.

Infatti, senza mai dover biforcare la sua blockchain, le modifiche e gli aggiornamenti hanno un costo e una produzione di energia inferiori. Nel corso degli anni Tezos è stata considerata tra le crypto più eco-friendly e nel tempo ha aumentato la sua efficienza energetica.

Tezos Eco Friendly Crypto; pioniere delle blockchain Proof of Stake

Il fabbisogno di elettricità di Tezos per transazione era inferiore del 30% nel 2021 rispetto al 2020. Il suo token nativo XTZ è stato influenzato dal mercato ribassista del 2022 più di altre altcoin, tuttavia, scendendo al di sotto dei minimi del 2021: XTZ è stata una tra le criptovalute più volatili su cui investire.

In termini di NFT, Tezos si è affermato come una piattaforma NFT più ecologica rispetto a Ethereum. Il mercato NFT Rarible ha annunciato una partnership con Tezos quando quest’ultimo ha spinto per la neutralità del carbonio.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

6. Polkadot (DOT) – La criptovaluta con la più bassa impronta di carbonio

Un rapporto del Crypto Carbon Ratings Institute (CCRI) ha concluso che Polkadot è la risorsa crittografica con la più bassa impronta di carbonio, con emissioni di carbonio ancora inferiori rispetto a Cardano, Solana, Tezos, Avalanche e Algorand, anche tra le migliori risorse crypto eco friendly.

Polkadot ha anche avuto il consumo totale di elettricità più basso se misurato in KWh/anno nel comparto criptovalutario.

Polkadot è la crypto con minore impronta di carbonio

Solana crypto eco friendly ha avuto il consumo di elettricità più basso per transazione, in Wh/Tx (sebbene Hedera Hashgraph non facesse parte del rapporto e Solana non facesse parte dello studio di UCL Research). Nel 2021 un’organizzazione no-profit legata alle Nazioni Unite – l’iniziativa DigitalArt4Climate – ha addirittura deciso di costruire un progetto NFT su Polkadot.

L’impatto ambientale degli NFT ha creato tante polemiche quanto l’effetto delle criptovalute sull’ambiente, tuttavia gli NFT Polkadot “bruciano solo 0,05 grammi di anidride carbonica, equivalente a respirare per quattro secondi”, secondo Unique Network, la prima chain NFT costruito su Polkadot e Kusama.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

7. Cardano (ADA) – Con Veritree nella campagna di riforestazione

Insieme a Tezos, Cardano è una delle più antiche blockchain Proof of Stake lanciate alla fine del 2017 e, secondo quanto riferito, è 37.500 volte più efficiente dal punto di vista energetico di Bitcoin.

Oggi Cardano è una delle criptovalute più grandi per capitalizzazione di mercato, con una capitalizzazione di mercato di oltre $ 15 miliardi che la colloca tra le prime 10 monete su CoinMarketCap. Insieme a Binance Coin, ADA è una delle crypto più eco friendly in quella top ten.

Cardano: ha collaborato con Veritree per la riforestazione

Oltre ad essere semplicemente una criptovaluta ecologica, le pratiche e gli obiettivi commerciali della Fondazione Cardano sono incentrati su politiche molto progressiste, che comprendono il cambiamento climatico, gli ID digitali e l’assistenza alle popolazioni con difficoltà agli accessi a servizi bancari nei paesi in via di sviluppo.

In collaborazione con Veritree, Cardano ha contribuito a piantare un milione di alberi in una campagna di riforestazione. Infine, il team di sviluppo di Cardano si è anche posto l’obiettivo di rendere l’Africa un paese leader nell’adozione di strumenti e tecnologie Web3.0.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

8. Near Protocol (NEAR) – Climaticamente neutrale premiata da South Pole

NEAR è certificata “neutrale” dal punto di vista climatico da South Pole: una società leader di consulenza per soluzioni climatiche digitali che trasforma “l’azione per il clima in opportunità di business a lungo termine per aziende, governi e organizzazioni di tutto il mondo”.

Secondo near.org, il South Pole ha valutato le emissioni dirette e indirette del progetto crittografico e dei suoi validatori secondo lo standard del protocollo sui gas serra, che comprende: uso di elettricità, riscaldamento, raffreddamento, beni e servizi acquistati come hardware e servizi cloud, rifiuti generati così come le attività di viaggio, pendolarismo e telelavoro.

Near: climaticamente neutrale premiata da South Pole

Simile a Cardano, Near Protocol ha anche piantato alberi per compensare le loro emissioni di carbonio. Near ha anche sviluppato la propria piattaforma NFT Mintbase.io su cui parte delle commissioni di transazione e altri proventi vengono destinati a progetti di compensazione della CO2 nei paesi in via di sviluppo.

Near è considerato un potenziale “killer di Ethereum” in quanto può elaborare oltre 100.000 transazioni al secondo (tps) senza gli elevati requisiti energetici finora richiesti da Ethereum.

L’81.40% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.

Come sapere quale criptovaluta è ecocompatibile

Esistono molti modi per accertare quali crypto sono eco friendly da un punto di vista tecnico, tra cui:

  • Il consumo di elettricità di ogni nodo blockchain all’anno, in questo senso Cardano si comporta meglio di tutti gli altri protocolli;
  • Il consumo totale annuo di elettricità di tutti i nodi, di cui Polkadot è il protocollo migliore;
  • Un calcolo di watt/ora per transazione, di cui Hedera Hashgraph e Solana hanno il valore più basso;
  • Se il token crittografico viene eseguito su una blockchain PoS, come IBAT, TAMA e XTZ
  • Le loro partnership nell’industria, come il lavoro di Algorand con ClimateTrade

Oltre a questi punti più accademici, molti progetti crittografici e le loro fondazioni sono stati coinvolti nella lotta al cambiamento climatico e alla deforestazione, inclusi Cardano e Near Protocol. Diversamente non si può dire che Nano sia una crypto eco friendly, tantomeno BTC.

Bitcoin mining crypto eco friendly: è davvero ecologico?

Oltre al nostro elenco di criptovalute ecocompatibili di cui sopra, è necessario approfondire il fatto che l’estrazione di Bitcoin sia dannosa o meno per l’ambiente, anche se per molti esperti non è di per sé una scienza consolidata.

Coinbase ha contestato nel proprio post sul blog di verifica dei fatti (fact check blog) che definire il mining di Bitcoin crypto eco friendly ostile per l’ambiente non è un’etichetta equa, affermando che:

“Sebbene il consumo di energia di Bitcoin sia significativo, ciò non equivale automaticamente a un motore significativo del cambiamento climatico. La metà del mining di criptovalute globale si svolge a Sichuan, in Cina, dove l’energia idroelettrica in eccesso consente di alimentare il mining con il 95% di energia rinnovabile. Quindi, se ne evince che il 75% dei minatori utilizza già energia rinnovabile.”

Coinbase cita anche il Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index, che ha rilevato che l’impronta ambientale di Bitcoin è “al massimo marginale”.

Cato.org ha scritto un rapporto “Perché Bitcoin non è un disastro ambientale” concludendo che le critiche ecologiche alle criptovalute sono “molto rumore per nulla”. Di conseguenza se ne può evincere che anche Bitcoin è una crypto eco friendly.

Conclusione

Ci sono molte crypto eco friendly che vale la pena considerare: alcuni progetti di criptovalute ecocompatibili non sono entrati nella nostra lista dei 8 migliori, tra questi  ci sono Avalanche (AVAX) Solana crypto eco friendly (SOL), Flow (FLOW), Harmony (ONE) e Powerledger (POWR) .

Alcuni, tuttavia, potrebbero non essere un buon investimento in questo momento poiché i loro grafici sono attualmente in una tendenza al ribasso (ad esempio Hedera Hashgraph, IOTA, Tezos, Nano crypto eco friendly). Le crypto eco friendly non tendono a generare una grande quantità di clamore da parte degli investitori al dettaglio. Possono volerci anni prima che il mercato rifletta la loro utilità, i casi d’uso e le applicazioni nell’industria.

Per questo motivo abbiamo anche trattato due imminenti criptovalute, un token ERC-20 appena uscito dalla fase di prevendita e un token BSC lanciato di recente: Tamadoge e Battle Infinity. I loro attuali punti di prezzo sottovalutati offrono il più alto potenziale di rialzo per gli acquirenti.

Infine , abbiamo compreso che è anche discutibile se qualsiasi criptovaluta, anche Bitcoin, sia dannosa per il clima del pianeta, soprattutto rispetto ad altri settori e sistemi di pagamento.

Tamadoge farà 100x? Partecipa all'offerta di scambio iniziale su OKX

Valutazione

Tamadoge logo
  • Prossima ICO sui migliori exchange
  • Move to Earn, integrazione Metaverse su Roadmap
  • 'Potenziale da 10x' per la CNBC
  • Play-2-Earn - Gioca per guadagnare utilità e reward token
  • 2 miliardi di token a disposizione
Tamadoge logo

Battle Infinity - Nuova crypto metaverso da 100x

Valutazione

  • Presale da 16.500 BNB
  • Gioco Metaverso a tema sportivo
  • Sviluppato con Unreal Engine
  • Verificato da Solid Proof e CoinSniper
  • Meccaniche Play to Earn

Domande Frequenti

Cosa sono le crypto eco friendly?

Qual è la criptovaluta più ecologica?

Cosa decide quale criptovaluta è ecologica?

Solana è una crypto Eco Friendly?

Cosa non è una criptovaluta ecologica?

Disclaimer

È fondamentale investire responsabilmente e essere consapevoli dei rischi connessi. I mercati possono essere estremamente volatili, quindi occorre condurre ricerche approfondite prima di investire. Il nostro sito aggiorna frequentemente il contenuto e verifica accuratamente tutti i siti, prodotti e strumenti che recensiona, ma è fortemente consigliato formare la propria opinione in base alle ricerche effettuate. Inoltre chiunque investa, è necessario lo faccia mettendo a rischio solo quanto è nelle condizioni di perdere. In nessun caso è garantito un ritorno sull'investimento.