Vuoi investire sulle criptovalute ecosostenibili? Negli ultimi anni, l’impatto che l’industria crittografica ha avuto sull’ambiente è diventato un vero e proprio problema. Lo stesso Bitcoin è stato fortemente criticato per il suo sistema di consenso Proof of Work che, tramite il mining, consuma enormi quantità di energia e genera emissioni dannose per l’atmosfera.

Per queste ragioni, sono sempre più diffuse e ricercate dagli investitori le criptovalute eco-friendly, che scelgono piani di sviluppo e tecnologie più adatte alla sfida ambientale. In questa guida analizziamo per te le 11 criptovalute più ecosostenibili attualmente sul mercato, in modo da facilitare la ricerca del token ad alto potenziale da valutare per possibili investimenti in crypto.

11 criptovalute ecosostenibili da considerare nel 2023

Le 11 criptovalute ecosostenibili elencate di seguito cercano tutte di rivoluzionare il mercato delle criptovalute dal punto di vista dell’ecosostenibilità. Esploreremo queste criptovalute più avanti nell’articolo, analizzando i loro casi d’uso e il loro potenziale di crescita.

Ecco una lista delle 11 migliori criptovalute green del mercato oggi:

  1. IMPT.ioLa criptovaluta più ecosostenibile in assoluto per il 2023
  2. Cardano (ADA)  Tra le migliori criptovalute ecosostenibili di sempre
  3. Polygon (MATIC)  Blockchain di layer 2 leader con “Manifesto green”
  4. Algorand (ALGO) Blockchain Carbon-Negative ampiamente utilizzata
  5. Chia (XCH) – Tra le criptovalute più ecosostenibili con un meccanismo di consenso unico
  6. Solana (SOL) – Blockchain che utilizza il 99% di energia in meno rispetto a Ethereum
  7. Nano (XNO) – Alternativa ecosostenibile alla criptovaluta Bitcoin
  8. Hedera (HBAR) – Alternativa ecologica alla tecnologia Blockchain
  9. SolarCoin (SLR) – Una delle migliori criptovalute ecosostenibili che incentivano l’energia solare
  10. Stellar (XLM) – Progetto crypto ecosostenibile che cerca di rivoluzionare il settore dei pagamenti
  11. EOS (EOS) – Blockchain “Feeless” con tecnologia ecosostenibile

Il tuo capitale è a rischio

Focus sulle criptovalute ecosostenibili su cui investire

La maggior parte degli investitori decide di comprare criptovalute con obiettivi ben precisi da un punto di vista finanziario, ma spesso non viene posta la stessa attenzione all’impatto del progetto crittografico sull’ambiente. Tra le situazioni più conosciute in questo senso, Bitcoin ne è un ottimo esempio, la criptovaluta più famosa al mondo è “alimentata” da una blockchain PoW (Proof of Work) e l’impatto negativo del mining di Bitcoin sull’ambiente è diventato un problema rilevante a livello globale.

Ti è mai capitato di domandarti se le criptovalute possano essere dannose per l’ambiente? Il fatto che la tecnologia blockchain funzioni principalmente online, non significa che l’enorme numero di computer e dispositivi collegati alla rete non consumino energia. A dire il vero, l’intera rete di mining utilizza e trasforma una sempre più enorme quantità di energia, andando a impattare sulle emissioni di CO2 e nell’ecosistema.

Tuttavia, non mancano affatto criptovalute ecosostenibili, come quelle esaminate di seguito, che cercano di combinare interessanti opportunità di investimento con una “mission” nel rispetto dell’ambiente. Continua a leggere per avere un’idea più chiara su quale criptovaluta ecosostenibile considerare per il tuo prossimo investimento in asset digitali.

1. IMPT – La criptovaluta ecosostenibile in assoluto per il 2023

La criptovaluta ecosostenibile più interessante del momento è IMPT. Si tratta di un vero e proprio ecosistema di compensazione delle emissioni di carbonio basato su blockchain e NFT. La rete IMPT incentiva gli utenti privati e le società a connettersi alla piattaforma in modo da  controllare il loro impatto ambientale e operare scelte ecosostenibili. Infatti, IMPT collabora con oltre 10.000 brand famosi di vendita al dettaglio per contribuire a ridurre le emissioni di CO2.

Per capire perché IMPT sembra destinata a diventare la criptovaluta più ecosostenibile della nostra lista, è essenziale capire cosa sono i “crediti di carbonio”. I crediti di carbonio sono contratti che “permettono” a privati o società di inquinare. Un credito di carbonio equivale a una tonnellata di anidride carbonica.

La cosa interessante di questi crediti è il fatto che sono negoziabili. Facciamo un esempio per rendere il concetto più chiaro:

  • La società A e la società B possono entrambe emettere 20 tonnellate di CO2 all’anno
  • La società A tende a emettere solo 15 tonnellate di CO2, mentre la società B tende a emettere 25 tonnellate di CO2
  • La società A può vendere cinque crediti di carbonio alla società B, consentendo a quest’ultima di emettere 25 tonnellate, mentre “l’inquinamento medio” rimane lo stesso.

Secondo quanto affermato nel whitepaper di IMPT, il mercato globale della compensazione del carbonio è considerato un’industria da miliardi di dollari. Inoltre, si prevede che la domanda di crediti di carbonio aumenterà in modo esponenziale da qui al 2035. A sua volta, è probabile che aumenteranno anche le stime dei prezzi di questi crediti.

IMPT, il token più sostenibile in circolazione: il sito web

Infatti, qui entra in gioco IMPT: il progetto cerca di semplificare il mercato del credito di carbonio, che è stato finora abbastanza complesso da decifrare. Il progetto IMPT è sviluppato sulla blockchain di Polygon e consente alle persone di acquisire facilmente crediti di carbonio, semplicemente completando le normali attività di acquisto dei token IMPT, trasformabili poi in crediti di carbonio.

Tutto questo ecosistema si ottiene grazie alla partnership di IMPT con oltre 10.000 grandi marchi, ognuno dei quali devolverà una percentuale delle proprie entrate a progetti sulla sostenibilità ambientale. Inoltre, la piattaforma premia gli acquirenti con IMPT, il token ERC-20 nativo del protocollo. Una volta che gli acquirenti hanno sufficienti token IMPT, possono scambiare i loro token con crediti di carbonio sulla piattaforma.

IMPT la crypto più ecologica del mondo: i partner del progetto

Questo sistema così funzionale e utile all’ambiente, rende IMPT uno delle migliori altcoin dal punto di vista ecologico. Inoltre i crediti di carbonio sono strutturati come NFT, consentendo ad altri individui/società di acquistarli, in questo modo viene permesso al detentore di beneficiare delle loro fluttuazioni di valore nel mercato secondario e investire anche su quest’ulteriore classe di asset.

Non è tutto, i detentori di questi NFT di crediti di carbonio possono persino decidere di “ritirarli” se lo desiderano. Così facendo si “rimuove” la CO2 dall’ambiente e viene premiato il proprietario con un nuovo NFT di un’opera d’arte digitale unica, che a sua volta, può essere scambiato sul mercato dell’ecosistema.

Infine, IMPT ha anche strumenti di social networking integrati in quanto tutte le parti interessate hanno un “punteggio IMPT”. I punti vengono assegnati in base all’impatto ambientale di ogni individuo o brand, rendendo facile vedere chi sta facendo di più e chi ha bisogno di intensificare le attività.

Il progetto IMPT è ancora in fase di sviluppo, anche se il team sta affrontando la prima fase di prevendita iniziata il 3 ottobre e già quasi a metà fornitura di token IMPT venduta. In questa fase 1 sono disponibili un totale di 600 milioni di token IMPT, al prezzo di soli $ 0,018 per token. Il prezzo di IMPT successivamente aumenterà nella fase 2 di prevendita a $0,023 e si prevede che potrà crescere molto oltre in futuro.  A riprova della validità del progetto, IMPT ha raccolto in una settimana dal lancio, ben $ 3.500.000!

Se sei interessato alla migliore criptovaluta ecosostenibile e vuoi saperne di più su IMPT, puoi farlo tramite il gruppo Telegram ufficiale del progetto, il canale Twitter o Discord.

Il tuo capitale è a rischio.

2. Cardano (ADA) – Tra le migliori criptovalute ecosostenibili di sempre

Cardano è un progetto blockchain che utilizza un protocollo con metodo di consenso “Proof-of-Stake” (PoS) per convalidare le transazioni. Si tratta di un protocollo ben più ecosostenibile del “Proof-of-Work” (PoW) di Bitcoin.

cardano (ADA) logo

Infatti, come è risaputo tra gli esperti crypto, le blockchain PoS sono molto più efficienti dal punto di vista energetico rispetto alle loro controparti PoW. Questo perché usano lo staking per verificare le transazioni, piuttosto che il mining, evitando il consumo di enormi quantità di energia per risolvere complessi problemi matematici che il Proof of Work richiede.

Cardano blockchain: uno dei progetti più ecosostenibili

Di conseguenza, Cardano risulta una criptovaluta ecosostenibile poiché ogni transazione effettuata sulla rete ha un impatto negativo molto inferiore sull’ambiente. Quindi, gli investitori possono diventare “più ecologici” semplicemente utilizzando una catena PoS come Cardano e aspettarsi che il prezzo di ADA possa crescere in futuro anche per questa caratteristica intrinseca di ecosostenibilità.

Il tuo capitale è a rischio

3. Polygon (MATIC) – Blockchain layer 2 leader con “Manifesto green”

Polygon è una criptovaluta ecosostenibile progettata per migliorare la rete Ethereum e renderla maggiormente scalabile. InMATIC logo quanto “blockchain  layer 2”, Polygon si collega a Ethereum e aiuta a gestire parte del carico di lavoro. Il processo avvantaggia gli utenti di Ethereum grazie alle caratteristiche di Polygon, che può completare fino a 65.000 transazioni al secondo (TPS).

Proprio come Cardano, anche Polygon utilizza un protocollo con metodo di consenso Proof of Stake (PoS) per convalidare le transazioni, molto meglio per l’ambiente rispetto agli altri metodi di consenso alternativi. Inoltre, un post sul blog di Polygon ha recentemente annunciato il “Manifesto Green” della rete che presenta piani per diventare “carbon-negative” a partire dal 2022.

Polygon (MATIC): Blockchain layer 2 leader con "Manifesto green"

Infine, Polygon ha anche utilizzato oltre 20 milioni di dollari per varie iniziative comunitarie finalizzate a combattere gli effetti negativi del cambiamento climatico. Tra questi, sottolineiamo l’acquisto di $ 400.000 di crediti di carbonio BCT e MCO2 per compensare le emissioni. Adottando questo approccio, Polygon sembra meritarsi un posto sul podio delle criptovalute più ecosostenibili del mercato.

Il tuo capitale è a rischio

4. Algorand (ALGO) – Blockchain Carbon-Negative ampiamente utilizzata

Algorand è stata una delle migliori criptovalute emergenti del 2021, offrendo un’alternativa più scalabile a Ethereum. QuestaALGO logo rete blockchain è stata creata dal professore del “MIT” di Boston Silvio Micali, che ha vinto il Turing Award nel 2012. Infatti, utilizzando la conoscenza della crittografia di Micali, Algorand è stato sviluppato per essere in grado di gestire circa 1.000 transazioni al secondo.

Inoltre, Algorand aiuta l’ambiente attraverso il suo protocollo di consenso “Pure Proof-of-Stake”. Significa che la spesa energetica per transazione si riduce nel tempo, al contrario del TPS, dove continua ad aumentare. Inoltre, Algorand ha collaborato con la società leader di settore ClimateTrade per aiutare a compensare le emissioni di carbonio e sponsorizzare progetti sui rischi del cambiamento climatico.

Algorand (ALGO) – Blockchain Carbon-Negative ampiamente utilizzata

Infine, se sei interessato a comprare le criptovalute ecosostenibili, devi sapere che questo progetto crypto ha anche collaborato con enti che cercano di proteggere la foresta pluviale e facilitare il rimboschimento. Algorand compensa persino l’utilizzo del carbonio acquistando direttamente crediti di carbonio tramite contratti intelligenti. Attraverso questo processo, il team di Algorand ha garantito che la rete rimarrà a tutti gli effetti carbonio-negative.

Il tuo capitale è a rischio

5. Chia (XCH) – Criptovaluta ecosostenibile con meccanismo di consenso unico

Tra le criptovalute ecosostenibili che hanno suscitato un certo clamore di recente troviamo Chia. Chia è una rete blockchainChia logo che sembra essere molto ecosostenibile, conforme e sicura. Secondo il sito web ufficiale di Chia (XCH), la rete utilizza solo lo 0,16% del consumo energetico annuale di Bitcoin e lo 0,36% di quello di Ethereum.

Le previsioni da parte degli esperti  relative al prezzo della crypto Chia sembrano essere molto ottimistiche. Il futuro di questo protocollo sembra essere roseo anche grazie all’innovativo meccanismo di consenso “Proof-of-Space-and-Time” della rete. Questo metodo di convalida dei blocchi elimina la necessità di mining e utilizza invece lo spazio di archiviazione gratuito per proteggere la rete. Gli “agricoltori” possono registrare “plot” sui loro HDD e SDD, che vengono quindi utilizzati per convalidare i blocchi e generare ricompense.

Chia (XCH): criptovaluta ecosostenibile con meccanismo di consenso unico

In conclusione, questo approccio utilizza lo spazio di archiviazione inutilizzato, così facendo, la rete Chia ha un impatto notevolmente inferiore sull’ambiente. La sua strategia di mining di criptovalute ecosostenibile ha aiutato il progetto  a raggiungere una capitalizzazione di mercato di $900 milioni, con il token nativo della rete, XCH, ora disponibile per l’acquisto su molti dei migliori exchange di criptovalute online.

Il tuo capitale è a rischio

6. Solana (SOL) – Blockchain che utilizza il 99% di energia in meno di Ethereum

Solana è un progetto di criptovaluta ecosostenibile che offre velocità ed efficienza senza rivali. Questa rete blockchain haSOL logo funzionalità per gli smart contract (contratto intelligente), fornendo una piattaforma per gli sviluppatori di dApp dove possono ospitare le loro creazioni. Non a caso, queste capacità hanno reso Solana una delle reti di riferimento per i progetti DeFi e NFT.

Solana è sicuramente annoverabile come una delle criptovalute da comprare dopo il crash delle critpovalute, anche grazie al suo approccio “criptovaluta green”. La rete utilizza un algoritmo “Proof-of-History” per verificare le transazioni, consentendo a Solana di gestire circa 65.000 TPS, ciascuno dei quali costa una frazione di un centesimo.

Solana, Blockchain che utilizza il - 99% di energia di Ethereum: un esempio d'uso

Una transazione sulla rete Solana equivale a una spesa di soli 2.707 joule, circa il 99% in meno rispetto a una transazione Ethereum. Inoltre, la Fondazione Solana ha reso la rete carbon neutral nel 2021 e sembra rimanere sugli stessi parametri nel 2023. Infine, Solana pubblica i “Riepiloghi dell’analisi dell’impronta climatica” che evidenziano il perché sia  uno dei progetti di criptovalute più ecosostenibili tra quelli disponibili oggi.

Il tuo capitale è a rischio

7. Nano (XNO) – Alternativa ecosostenibile alla criptovaluta al Bitcoin

NANO logo

Nano (XNO) è un sistema di pagamento peer-to-peer che consente agli utenti di inviare e ricevere criptovalute in modo rapido e decentralizzato. Sebbene sia simile a Bitcoin (BTC), Nano si differenzia utilizzando una “struttura dati a reticolo di blocchi”. Questo approccio riduce il dispendio energetico suddividendo la rete in diverse porzioni principali.

In definitiva, questo significa che i partecipanti alla rete non devono scaricare l’intera mole di informazioni di rete, rendendo Nano un’alternativa più ecologica a Bitcoin. Inoltre, Nano utilizza un protocollo simile al Proof of Stake (PoS)  ma consente ai titolari di NANO di votare su chi convalidare le transazioni on-chain.

Nano; la sostenibilità della crypto rispetto a Bitcoin

Infine, Nano offre transazioni quasi istantanee e può gestire circa 1.000 TPS. Grazie alla sua efficienza e al meccanismo di consenso sul risparmio energetico, Nano è emerso come uno dei migliori progetti per criptovalute green per gli investitori che desiderano effettuare trasferimenti rapidi e a basso costo.

Il tuo capitale è a rischio

8. Hedera (HBAR) – Alternativa ecologica alla tecnologia Blockchain

La maggior parte dei progetti citati in questa guida sono basati su blockchain, ma Hedera si allontana da questo approccioHBAR logo tecnologico fornendo una sua personale alternativa crittografica. In parole povere, Hedera è un registro distribuito che utilizza un “hash graph” anziché la blockchain per convalidare le transazioni. Questo approccio consente alla rete Hedera di completare fino a 10.000 TPS mantenendo un basso dispendio energetico.

Inoltre, uno dei valori fondamentali di Hedera è proprio la sostenibilità ambientale, che ha portato il team di sviluppo ad acquistare crediti di carbonio ogni trimestre, in modo da compensare con l’inquinamento generato. L’obiettivo del team di sviluppo è quello di diventare un protocollo carbon-negative. Per questo motivo Hedera è impegnata ad aumentare la sua spesa per le compensazioni di carbonio per affrontare l’aumento del consumo di energia man mano che la rete cresce.

Hedera Hashgraph: l'alternativa ecologica alla Blockchain

Per questo motivo, gli investitori si sono interessati a comprare Hedera Hashgraph in un modo da ottenere visibilità su un progetto ecologico. Inoltre, il team di Hedera ha recentemente lanciato un “fondo a impatto sostenibile” da 100 milioni di dollari che investirà in soluzioni per compensare le emissioni di carbonio e aiutare la natura contro il cambiamento climatico.

Il tuo capitale è a rischio

9. SolarCoin (SLR) – Criptovaluta ecosostenibili che incentiva l’energia solare

Un’altra criptovaluta ecosostenibile di cui essere a conoscenza è SolarCoin (SLR). SolarCoin è in circolazione dal 2014 e miraSLR logo a incentivare i partecipanti al mercato a passare all’energia solare. La missione del progetto è rendere gratuita l’energia solare distribuendo ricompense SLR a coloro che completano le installazioni di pannelli solari.

In definitiva, il team di SolarCoin spera di aumentare il valore di SLR e superare il costo di produzione dell’energia solare, ed è così che l’energia diventerà teoricamente “gratuita”. Dai dati raccolti fino ad oggi, il team di SolarCoin distribuisce 1 SLR per 1 MWh di produzione di elettricità verificata, fornendo un chiaro motivo finanziario per passare a questa fonte di energia.

SolarCoin: la crypto che incentiva l'uso di energia solare

Tuttavia, SLR non si è fatto ancora riconoscere uno dei migliori token di utilità del mercato poiché non può essere speso per acquistare beni o servizi. Infatti, SolarCoin rimane la criptovaluta di riferimento relativa all’energia solare, assicurando che continui a generare domanda da investitori sensibili a questi temi o che stanno investendo nell’ambiente.

Il tuo capitale è a rischio

10. Stellar (XLM) – Progetto crypto ecosostenibile nel settore dei pagamenti

Un altro dei progetti di criptovalute più ecosostenibili è Stellar. Si tratta di una rete di pagamenti decentralizzata che mira aXLM logo migliorare i sistemi di pagamento “tradizionali”. Queste reti sono spesso lente e costose, mentre Stellar può facilitare le transazioni decentralizzate a un costo estremamente basso.

Infatti, l’obiettivo generale di Stellar è quello di consentire a entità finanziarie e individui di completare i trasferimenti in modo più efficiente di quanto attualmente offerto. Stellar lo fa attraverso lo “Stellar Consensus Protocol”, che convalida le transazioni utilizzando i nodi. Le transazioni possono essere elaborate in soli cinque secondi, molto più velocemente della rete SWIFT.

Stellar: progetto crypto ecosostenibile nel settore dei pagamenti

Grazie a queste caratteristiche proprie di Stellar Consensus Protocol, Stellar consuma molta meno energia di Bitcoin per convalidare le transazioni. Inoltre, coloro che cercano di diventare validatori sulla rete non hanno bisogno di un hardware avanzato per farlo. Tutto questo, riduce ulteriormente il dispendio energetico e garantisce che Stellar rimanga un’alternativa più ecologica a Bitcoin.

Il tuo capitale è a rischio

11. EOS (EOS) – Blockchain “Feeless” con tecnologia ecosostenibile

A completare la nostra lista dei progetti di criptovalute più Green c’è EOS. EOS è una rete blockchain super veloce che cerca diEOS logo rimuovere del tutto le commissioni di transazione facendo arrivare sulla Luna il prezzo del suo token nativo EOS. Inoltre, la rete EOS può anche gestire ben 4.000 TPS, con una velocità di soli 0,5 secondi.

Inoltre, EOS è interessante anche dal punto di vista della ecosostenibilità, poiché è stata la prima blockchain al mondo a registrare emissioni zero. Ciò significa che EOS produce meno dello 0,01% delle emissioni di CO2 rispetto a Bitcoin, grazie al suo protocollo Proof-of-Stake.

EOS: blockchain feeless con tecnologia sostenibile

Infatti, EOS calcola attentamente le proprie emissioni di CO2 derivanti dall’attività dei server e seleziona progetti di compensazione delle emissioni di carbonio per ridurre la propria impronta. Significa che il team di EOS potrebbe compensare ben 281 tonnellate di CO2 quest’anno e sperare di ripetere lo stesso processo l’anno prossimo. Anche EOS risulta essere una criptovaluta ecosostenibile valida di monitoraggio. Tieni traccia dei movimenti di prezzo di questo token per comprendere se può costituire una buona scelta per i tuoi investimenti.

Il tuo capitale è a rischio

Cosa rende sostenibile una criptovaluta?

Ora che abbiamo discusso delle migliori criptovalute sostenibili, possiamo passare al setaccio le caratteristiche che rendono un progetto crittografico un investimento ecosostenibile. La maggior parte delle tematiche sulla sostenibilità ruotano attorno al dispendio energetico delle reti blockchain, in particolare prendendo come riferimento quella di Bitcoin.

Un rapporto dell’Università di Cambridge ha rilevato che la rete Bitcoin consuma circa 150 terawatt-ora di elettricità all’anno. Si tratta di più di quello che consuma l’intero paese dell’Argentina e si traduce in oltre 60 megatoni di CO2 pompati nell’atmosfera. Come facilmente si può comprendere, si genera un impatto negativo sostanziale rispetto alla lotta per il cambiamento climatico.

Cosa rende sostenibile una critpovaluta?

Il motivo principale per cui Bitcoin consuma così tanta energia è riconducibile all’energia che occorre per il processo di mining, che prevede l’utilizzo di componenti hardware avanzati per risolvere problemi matematici molto complessi. Poiché il Bitcoin è diventato ampiamente adottato, si sono verificate un numero sempre maggiore di transazioni che devono essere convalidate, aumentando così l’elettricità richiesta per il mining.

Quindi, come possono i progetti crypto deviare da questo approccio e diventare più ecosostenibili? Molte criptovalute emergenti tentano di farlo optando per un algoritmo di consenso diverso rispetto a “Proof-of-Work” (PoW), utilizzato da Bitcoin. L’alternativa più comune è “Proof-of-Stake” (PoS), un protocollo di consenso che elimina la necessità di mining sfruttando lo Staking.

Infatti, eliminando l’attività mineraria, le reti PoS riducono drasticamente il loro dispendio energetico, portando a minori emissioni di anidride carbonica. Inoltre, molte di queste reti si concentrano attivamente su politiche vicine all’ambiente, impegnandosi a diventare carbon neutral o addirittura carbon negative nel corso del proprio sviluppo. Alcuni collaborano anche con le principali istituzioni ecosostenibili, così da aiutare tramite processi di riforestazione e altre questioni urgenti.

Tuttavia, molte delle migliori crypto Web3 adottano un approccio più pratico. IMTP ne è un esempio, poiché la rete investe attivamente in società di compensazione del carbonio per ridurre il proprio impatto ambientale.

Perché le criptovalute sostenibili sono importanti

Con l’espansione del mercato delle criptovalute, viene posta maggiore enfasi sul suo impatto ambientale. Sembrerebbe un processo del tutto naturale, considerando la grande quantità di elettricità consumata dalle reti blockchain e da altri progetti crittografici.

Ma perché le criptovalute ecosostenibili sono importanti? Di seguito sono spiegati diversi motivi per cui i progetti crypto “Green” potrebbero diventare leader nel loro campo negli anni futuri:

Aiutano a rallentare il riscaldamento globale

Il motivo principale per cui i progetti di mining di criptovalute ecosostenibili e società simili sono essenziali è che tentano attivamente di rallentare il riscaldamento globale. Per chi non lo sapesse, il riscaldamento globale si riferisce al graduale aumento della temperatura del clima terrestre. Uno dei principali fattori che contribuiscono al riscaldamento globale sono le emissioni di CO2, con molti progetti crittografici che attualmente emettono grandi quantità di anidride carbonica ogni anno.

Statistiche del riscaldamento globale terrestre

Tuttavia, sempre più persone scelgono di investire in criptovalute che offrono un’alternativa “green” rispetto alle generazioni di crypto precedenti . Infatti, le reti come Bitcoin si affidano ancora ai sistemi PoW per ottenere il consenso delle transazioni. Come è stato mostrato in questo articolo, questi sistemi sono ad alta intensità energetica e producono molta CO2.

Tuttavia, le criptovalute ecosostenibili riducono la spesa energetica offrendo gli stessi (se non migliori) servizi. Pertanto, le criptovalute più ecosostenibili giocheranno probabilmente un ruolo fondamentale nel rallentare il riscaldamento globale negli anni a venire.

Forniscono una risorsa “green” agli investitori

I player di mercato che si chiedono come investire nella tecnologia blockchain ora hanno molti progetti da considerare, poiché questa nicchia è cresciuta esponenzialmente negli ultimi dieci anni. la crescita ha anche fornito una piattaforma per la nascita di un’abbondanza di progetti “green”, offrendo opportunità a coloro che sono interessati a investimenti socialmente responsabili.

criptovalute ecosoatenibili

Secondo BlackRock, le società che riconoscono e tentano di risolvere le sfide del mondo sono nella posizione migliore per una crescita a lungo termine. Questo vale anche nel mercato delle criptovalute, poiché la domanda di questi progetti aumenterà man mano che la situazione climatica diventa più urgente. Per questo motivo, le criptovalute ecosostenibili rimangono essenziali per gli investitori che desiderano acquistare asset “green”. 

Consentono a privati ​​e società di lavorare insieme

Infine, le criptovalute ecosostenibili sono fondamentali anche per connettere individui e società. Oggi, il legame tra i cittadini e le grandi aziende tende a essere difficile. I progetti di criptovalute ecosostenibili cercano di risolvere questo problema offrendo piattaforme che consentano alle parti interessate di unirsi per il bene dell’ambiente, come abbiamo evidenziato in precedenza parlando del progetto IMPT.

Come trovare criptovalute sostenibili

Ormai ci sono più progetti con criptovalute ecosostenibili che in passato, guidati dal bisogno di cambiamento della società. Tuttavia, gli investitori meno esperti, trovano ​​spesso difficile scoprire questi progetti, dato che molte caratteristiche di identificazione possono essere troppo complesse da comprendere.

Per aiutare a semplificare questo processo, ecco diversi modi con cui gli investitori possono trovare criptovalute ecosostenibili.

Cerca Blockchain che non utilizzano Proof-of-Work (PoW)

Se ti stai domandando come investire 1.000 Euro (o qualsiasi altro importo) in criptovalute ecosostenibili dovresti stare alla larga dalle reti blockchain che utilizzano meccanismi di consenso Proof of Work. Fortunatamente, ora ci sono molte alternative a questi meccanismi, come Proof-of-Stake e Proof-of-History.

Gli investitori potrebbero anche voler evitare del tutto le blockchain e utilizzare reti alternative. Hedera è all’avanguardia in questo senso, poiché il suo approccio “hashgraph” rimane decentralizzato ed ecologico, anche senza l’uso della tecnologia blockchain.

Usa i canali dei social media

I social media sono un ottimo modo per trovare criptovalute ecosostenibili. Molte delle migliori crypto Reddit sono considerate “green”, poiché spesso hanno un potenziale più alto per strategie a lungo termine.

Reddit: social per prendere in considerazione criptovalute ecosotenibili

Inoltre, molti dei migliori canali YouTube di criptovalute discutono regolarmente di progetti emergenti, alcuni dei quali hanno valori fondamentali legati alla riduzione delle emissioni di CO2.

Cerca casi d’uso innovativi

Gli investitori possono scoprire nuove ed entusiasmanti criptovalute green cercando progetti con casi d’uso unici. Sebbene le blockchain Proof of Stake aiutino senza dubbio l’ambiente, consumano comunque energia, creando la necessità di soluzioni carbon neutral (o carbon negative).

Le criptovalute da non perdere spesso hanno casi d’uso unici, fornendo agli investitori un valore aggiunto fondamentale. Non solo molte di queste criptovalute aiutano l’ambiente, ma spesso hanno un potenziale di prezzo colossale dal punto di vista degli investimenti.

Tieni d’occhio le partnership importanti

Le nuove criptovalute ecosostenibili sono spesso troppo piccole per avere un impatto significativo da sole sul mercato, quindi tendono a cercare e concludere partnership con istituzioni leader di settore. Questo ha anche il vantaggio aggiuntivo di aumentare la consapevolezza sia della criptovaluta che della sua missione ecologica.

Polygon Manifesto Green

Un esempio è Polygon, uno dei principali progetti blockchain del mondo. Polygon ha collaborato con varie iniziative della comunità per avere un impatto positivo e ha persino promesso 20 milioni di dollari per le loro cause legate all’ambiente alla sfida energetica.

Conviene investire nelle criptovalute ecosostenibili?

Ora che hai sicuramente più chiaro quali possano essere le migliori criptovalute ecosostenibili, potresti chiederti se effettivamente conviene comprare crypto ecosostenibili oggi. Sono davvero molti i pareri di esperti e investitori che indicano il tema dell’ambiente e delle emissioni di CO2 come uno dei trend più importanti e impegnativi dei prossimi anni.

Sembrerebbe proprio che quella al cambiamento climatico sia una delle sfide maggiori a cui ogni società, ente, istituzione, fino al singolo individuo, è tenuto a partecipare e far la sua parte. Sembra, perciò, davvero molto probabile che investire già da subito in questo settore, potrebbe essere una strategia vincente nel medio, lungo periodo.

Questo non significa certo che non devi prestare la massima attenzione prima di investire. Il mercato crittografico è estremamente volatile e i rischi sono molto elevati, soprattutto per gli investitori meno esperti. Scopri quali sono le migliori criptovalute del 2023 e analizza ogni progetto nel dettaglio prima di inserirlo nel tuo portafoglio.

Come investire nelle criptovalute ecosostenibili – Tutorial IMPT

Se sei interessato a comprare criptovalute ecosostenibili ma non hai la minima idea di come fare, di seguito puoi seguire un tutorial su come investire nella campagna di prevendita IMPT. Ricorda, comprare i token ancora nelle prime fasi di lancio, può essere un modo in più per trarne vantaggio una volta che il prezzo della crypto esplode sui mercati.

Passaggio 1: impostare un portafoglio crypto

Per iniziare, dovrai aprire un portafoglio crypto come MetaMask: visita il sito Web o scarica l’app sul tuo smartphone e completa il processo di registrazione.

Passaggio 2: deposita ETH/USDT su Wallet

Se possiedi già MetaMask o un altro portafoglio e contiene ETH o USDT, collegati al sito di prevendita IMPT e segui le istruzioni per completare l’acquisto di IMPT. ci vogliono pochi minuti.

Investi in token IMPT attraverso metamask

Se non hai già le crypto nel wallet, puoi acquistare ETH o USDT direttamente su MetaMask o Transak. In alternativa, vai su uno scambio di criptovalute come OKX e acquista ETH o USDT prima di trasferirli al wallet MetaMask.

Acquista eth IMPT

Passaggio 3: collega MetaMask al sito Web di prevendita IMPT

Una volta che l’acquisto di ETH o USDT è andato a buon fine e puoi visualizzato sul tuo MetaMask, collegati al sito Web di prevendita IMPT. Assicurati che il portafoglio MetaMask sia installato sul tuo browser e quindi fai clic su “Collega portafoglio”.

Passaggio 4: acquista i token IMPT

Scambia ETH o USDT con IMPT inserendo l’importo di IMPT che desideri comprare. Quindi fai clic su “Converti ETH” o USDT. Al termine della prevendita, visita nuovamente il sito Web per richiedere i tuoi token e ottenerli sul tuo wallet crypto.

collegare il portafoglio IMPT

Il tuo capitale è a rischio

Conclusione

In conclusione, durante questa guida pratica sulle migliori criptovalute ecosostenibili, abbiamo discusso i migliori progetti con criptovalute green del 2023, esplorando come influiscono positivamente sull’ambiente e perché il loro potenziale di valore è così alto per obiettivi futuri.

Se sei interessato a  investire nelle criptovalute più ecosostenibili potresti trovare un possibile alleato nella piattaforma leader dei mercati, eToro. La piattaforma consente agli investitori di comprare criptovalute a prezzi vantaggiosi e in totale sicurezza. Inoltre, gli investitori possono aprire posizioni minimizzando il rischio grazie al Copy Trading e agli SmartPortfolios messi a disposizione da eToro.

In ultima istanza, investire in criptovalute ecosostenibili potrebbe essere tra i principali trend dei prossimi decenni, vista la grave situazione relativa al cambiamento climatico e alla sfida a cui tutto il mondo è chiamato ad affrontare. Per questa ragione comprare crypto ecosostenibili può rivelarsi una buona strategia d’investimento.

IMPT - Una prevendita che punta a fare 100x

Valutazione

  • Progetto crypto e NFT per la compensazione della CO2
  • Oltre $ 8 milioni raccolti in una settimana di presale
  • Partnership con oltre 10.000 aziende
  • Fase 1 della prevendita in corso

Domande Frequenti

Cosa sono le criptovalute ecosostenibili?

Come investire sulle criptovalute ecosostenibili?

Quali sono le criptovalute più ecosostenibili?

Argomenti più discussi

Nessun risultato, prova a tornare più tardi!